COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 23 Aprile 2019, 20:28:20
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Altri generi | Discussione: Passeggiata tra pagine Fantasy succ»
Pagine: 1 ... 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 [20] Rispondi
  Autore  Discussione: Passeggiata tra pagine Fantasy  (letto 27079 volte)
ciccio

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:2521



Siamo fatti di polvere di stelle sogni e speranze


Sta viaggiando verso Turul
37.5 %
DUCHESSA
UM NCC 4445-A
Sta viaggiando verso Turul


Profilo
Re:Passeggiata tra pagine Fantasy
« Rispondi #285 data: 27 Febbraio 2017, 14:38:39 »
Cita

Non è obbligatorio prendere appunti, e solo una comodità, comunque vale solo per i personaggi di contorno, non è possibile dimenticare i personaggi principali, certo in alcuni casi vengono approfonditi nell'arco di vari volumi,
senza nulla togliere a Martin, io non ricordo tutti i suoi personaggi solo i principali, e se non ricordo male anche alcuni, episodi sembrano fini a se stessi (al momento ammetto).

Ciao
Ciccio
Loggato
Vivi ogni giorno come se non ci fosse domani, impara  come se dovessi non morire mai!
Fedmahn Kassad69


Collezionista

*

Offline  Msg:680



Fedmahn is my name and Mars is my nation....


Sta viaggiando verso Marte
39.4 %
YGGDRASILL
UM NCC 4124-A
Sta viaggiando verso Marte


Profilo
Re:Passeggiata tra pagine Fantasy
« Rispondi #286 data: 28 Febbraio 2017, 09:31:11 »
Cita


Citazione da: ciccio il 27 Febbraio 2017, 14:38:39

Non è obbligatorio prendere appunti, e solo una comodità, comunque vale solo per i personaggi di contorno, non è possibile dimenticare i personaggi principali, certo in alcuni casi vengono approfonditi nell'arco di vari volumi,
senza nulla togliere a Martin, io non ricordo tutti i suoi personaggi solo i principali, e se non ricordo male anche alcuni, episodi sembrano fini a se stessi (al momento ammetto).

Ciao
Ciccio


Bene o male, le vicende della quasi totalità dei personaggi principali giungono a conclusione lungo l'arco dei dieci volumi della saga principale, è vero che i protagonisti si contano nell'ordine delle centinaia e che Erikson "costringe" il lettore a notevoli sforzi per tenere a mente tutti i nomi e le storyline, ma per me questo non è mai stato un problema , anzi, la "complessità" della trama o l'astrusità di vari concetti (per. es. i canali o gli azath) per me è uno stimolo supplementare nonché uno dei punti di forza della saga.
Le vicende di alcuni personaggi (un esempio per tutti: Karsa Orlong) vengono lasciate in sospeso, in quanto destinate ad alimentare l'annunciato sequel del Libro Malazan dei Caduti, ovvero la Trilogia del Toblakai.
Le vicende che riguardano altri personaggi (per es. Caladan Brood e la sua Guardia Cremisi o Kellanved e il suo compare Dancer), più o meno di contorno all'interno della saga principale, vengono sviluppate in parallelo dal co-ideatore del mondo Malazan Ian Cameron Esslemont, nelle sue opere, che purtroppo in Italia non sono mai arrivate.  
« Ultima modifica: 28 Febbraio 2017, 11:11:21 di Fedmahn Kassad. » Loggato
Sto leggendo:
ciccio

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:2521



Siamo fatti di polvere di stelle sogni e speranze


Sta viaggiando verso Turul
37.5 %
DUCHESSA
UM NCC 4445-A
Sta viaggiando verso Turul


Profilo
Re:Passeggiata tra pagine Fantasy
« Rispondi #287 data: 27 Aprile 2018, 10:38:48 »
Cita


Citazione da: Grianne il 07 Ottobre 2013, 20:13:38

Rieccomi qui.

Ho un po' tergiversato questi giorni prima di mettermi a scrivere, perché ero indecisa su come presentare la prossima Saga.
Visto che continuando a rimuginarci i dubbi non scomparivano provo a buttarmi.

Il Ciclo in questione è molto lungo ed estremamente denso. A mio avviso si tratta di un must del fantasy epico.
Certo la mole dell'opera è considerevole, ma credo ne valga la pena.

L'autore è Robert Jordan, e ovviamente si tratta de La Ruota del Tempo.

I primi libri della Ruota vengono pubblicati nelle collane Biblioteca di Fantasy e Interno Giallo Mondadori, ma si tratta soltanto dei primi tre.

L'opera completa viene proposta da Fanucci nella collana Collezione Immaginario Fantasy, e ristampata successivamente nella Tascabili Immaginario Extra.

Si tratta di 14 immensi tomi di un 800-1000 pagine ciascuno, più un piccolo prequel, infatti so che la mole ha spaventato più di un lettore.
Ed è un vero peccato.


La Ruota del Tempo
- New Spring, 2004 - Nuova Primavera - prequel

- The Eye of the World, 1990 - L'Occhio del Mondo
- The Great Hunt, 1990 - La Grande Caccia
- The Dragon Reborn, 1991 - Il Drago Rinato
- The Shadow Rising, 1992 - L'Ascesa dell'Ombra
- The Fires of Heaven, 1993 - I Fuochi del Cielo
- Lord of Chaos, 1994 - Il Signore del Caos
- A Crown of Swords, 1996 - La Corona di Spade
- The Path of Daggers, 1998 - Il Sentiero dei Pugnali
- Winter's Heart, 2000 - Il Cuore dell'Inverno
- Crossroads of Twilight, 2002 - Crocevia del Crepuscolo
- Knife of Dreams, 2005 - La Lama dei Sogni
- The Gathering Storm, 2009 - Presagi di Tempesta - scritto da Brandon Sanderson
- Towers of Midnight, 2010 - Le Torri di Mezzanotte - scritto da Brandon Sanderson
- A Memory of Light, 2013 - Memoria di Luce - scritto da Brandon Sanderson







Robert Jordan morì nel 2007, pertanto l'incarico di portare a termine la storia venne affidato a Brandon Sanderson, che ha appunto scritto i tre volumi conclusivi (che nell'idea originale doveva essere uno unico) basandosi sui numerosi appunti di Jordan, che comunque ha scritto personalmente il finale.

La Ruota del Tempo è un'opera immensa, e lo è sotto talmente tanti aspetti, dai più banali ai più sottili, che sarebbe impossibile elencarli tutti.

Robert Jordan si dimostra un maestro nel tessere i fili di questo meraviglioso e intricato disegno che è la Ruota.
Centinaia di migliaia di vite si intrecciano attraverso le sue pagine, andando a creare una storia complessa, commovente, epica.

Questa è la storia di un mondo che si prepara a combattere l'Ultima Battaglia, Tarmon Gai'don.
Quella Battaglia che non si può perdere, altrimenti tutto finirebbe.

Infatti questo ciclo rientra a pieno titolo nel filone del Fantasy epico, e inizia, come molti Fantasy, con un pastore.
Rand al'Thor, colui che sarà poi chiamato in innumerevoli modi, Drago Rinato, Car'a'can, Coramoor, colui che distruggerà il mondo per poi riforgiarlo.

"E accadrà che quanto gli uomini hanno costruito sarà distrutto, l'Ombra di estenderà sul Disegno delle Epoche e il Tenebroso poserà ancora una volta la propria mano sul mondo dei vivi. Le donne piangeranno e gli uomini si perderanno d'animo, mentre le nazioni della terra saranno ridotte a brandelli come stracci consunti. Non resterà più nulla...
Eppure un uomo nascerà per fronteggiare l'Ombra, nascerà ancora una volta come nacque in passato e rinascerà di nuovo, per sempre. Il Drago rinascerà e ci saranno gemiti e digrignarsi di denti al suo avvento. Egli vestirà le genti di ceneri e stracci, e con la sua venuta spezzerà di nuovo il mondo, lacerando tutti i legami che lo mantengono unito. Come un'alba liberata dalle catene, egli ci accecherà e ci brucerà, ma il Drago Rinato si confronterà con l'Ombra nell'Ultima Battaglia e il suo sangue ci darà la luce. Lasciate scorrere le lacrime, o popoli del mondo. Piangete per la vostra salvezza."

La Grande Caccia

Ho letto l'intera Saga per ben due volte, e ancora non mi capacito di come Jordan abbia saputo tenere insieme così tanto. Profezie, riferimenti, accenni, dati migliaia di pagine prima, che improvvisamente tornano fuori e vanno ad accupare la loro esatta posizione in questo immenso mosaico.

Jordan crea popoli, culture, usi, costumi e religioni per questo suo variegato e affascinante mondo. Una critica che gli viene mossa a volte è l'eccesso di particolari, ma io non sono d'accordo. Le piccole abitudini, gli abiti, il modo di camminare, rendono questi popoli estremamente plausibili, realistici.
Il Drago Rinato attraversa il mondo e i popoli portando unione, morte, gloria e disperazione, pagando il prezzo della salvezza per l'umanità intera.

"Due e due volte sarà marchiato, due volte per vivere, e due volte per morire.
Una volta l'airone, per iniziare il cammino, una seconda volta l'airone, per dichiararlo autentico.
Una volta il Drago, per le memorie perdute, una seconda volta il Drago, per il prezzo che deve pagare."

La Grande Caccia

Gli ultimi tre libri come già accennato sopra sono stati portati a termine da Sanderson, che lo ha fatto in maniera egregia.

Suppongo che la mia opinione riguardo questo Ciclo sia già sufficientemente chiara. Ma se non lo fosse lo ribadisco.

Leggetelo.


Avendo appena finito di leggere l'intero ciclo, riprendo questo commento per associarmi nel ritenerlo una grande opera, sono tutti ottimi romanzi anche se ritengo che i migliori in assoluto siano i primi 3 e gli ultimi 3, i volumi centrali pur essendo belli, rallentano il ritmo dell'azione, dilungandosi su particolari secondari, devo precisare che i primi 3 romanzi li ho letti nell'edizione Mondadori, che sono un po' più piccoli (forse nella traduzione sono stati un po' tagliati).
Loggato
Vivi ogni giorno come se non ci fosse domani, impara  come se dovessi non morire mai!
Vedi il profilo utente


Supervisore

*

Responsabile area:
Libri->Fantasy
Visualizza collane curate
Offline  Msg:643



Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima


Sta esplorando Venere
18.4 %
HERMES
UM NCC 3680-A
Sta esplorando Venere


Profilo E-Mail
Re:Passeggiata tra pagine Fantasy
« Rispondi #288 data: 22 Marzo 2019, 12:17:57 »
Cita

Buongiorno UMini, e ben ritrovati.
Con l'arrivo della primavera e delle belle giornate di sole vien proprio voglia di riprendere a... passeggiare
Quindi eccomi qui, dopo molto tempo, con una nuova tappa.

Torno andando a scegliere all'interno di quella che è sicuramente una delle più belle collane di fantasy mai edite in Italia: la mai troppo compianta Fantacollana Nord.
Quello che ho deciso di scegliere probabilmente non è uno dei nomi più conosciuti che vi sono comparsi, ma a mio avviso merita molto.

L'autrice di oggi è Lynn Flewelling, e l'opera che ho scelto è la sua unica tradotta in Italia, tra l'altro in modo parziale, con il titolo improprio e scialbo di Ciclo di Kerry.

La serie originale si compone di sette titoli, ma qui in Italia sono arrivati soltanto i primi tre.


The Nightrunner Series (Ciclo di Kerry)
- Luck in the Shadows, 1996 - (L'Arciere di Kerry)
- Stalking Darkness, 1997 - (Alec di Kerry)
- Traitor's Moon, 1999 - (Il Traditore di Kerry)
- Shadows Return, 2008
- The White Road, 2010
- Casket of Souls, 2012
- Shards of Time, 2014


L'unica edizione disponibile della trilogia iniziale è appunto quella edita da Nord in Fantacollana, ed è ovviamente quella in mio possesso.
In questo caso c'è da dire che la serie non è stata propriamente interrotta, perché innanzitutto i primi tre volumi chiudono completamente la vicenda in essi narrata, seppur si capisca che la "macro-storia" è ancora aperta a un seguito e non del tutto conclusa, e poi perché effettivamente il quarto libro è uscito al tempo in cui la Fantacollana stava esalando i suoi ultimi respiri, e gli ultimi tre dopo che aveva addirittura chiuso i battenti.


Il Ciclo di Kerry
- L'Arciere di Kerry
- Alec di Kerry
- Il Traditore di Kerry




La grande forza di questa trilogia sono i suoi due protagonisti: Alec e Seregil. Non sempre simpatici, a volte petulanti e ingiusti, sono però estremamente credibili e reali, forse specialmente per via delle loro imperfezioni.
La storia è bella e toccante, con toni a volte un po' scuri, spesso molto emotivi.
I temi toccati dall'autrice nello sviluppare la sua storia sono molto interessanti e quantomai attuali, ad iniziare dall'omosessualità fino ad arrivare alla sofferenza dell'esule, derivata dalla privazione di quel senso di appartenenza a una patria e a una cultura che concorrono così tanto nel definirci come individui. Il tema del rifiuto del diverso e dello straniero, di come quanto inculcatoci da piccoli concorra a creare ciò che poi saremo da grandi.
Alcuni commenti che ho letto affermano che la traduzione di Annarita Guarnieri abbia forzatamente "innalzato" il registro linguistico, laddove la scrittura della Flewelling risulterebbe invece ben più cruda e diretta. Non posso dare un parere a riguardo perché non ho letto la versione originale, ma siccome è un appunto in cui sono incappata più di una volta ho ritenuto potesse essere interessante.
Una nota negativa ai titoli italiani che veramente non hanno un senso: sono pessimi, ma pare che al tempo andasse proprio di moda inserire il nome scelto per il Ciclo anche nei titoli dei romanzi, spesso ad cazzum, per così dire.
Questi tre volumetti non sono di facilissima reperibilità anche se volendo si trovano, e non è che siano proprio i più economici della fantacollana... io stessa li ho pagati abbastanza, ma devo dire che, si vi dovessero capitare davanti, ne vale la pena.
« Ultima modifica: 22 Marzo 2019, 12:18:20 di Grianne » Loggato
-------------
Sto leggendo:
ciccio

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:2521



Siamo fatti di polvere di stelle sogni e speranze


Sta viaggiando verso Turul
37.5 %
DUCHESSA
UM NCC 4445-A
Sta viaggiando verso Turul


Profilo
Re:Passeggiata tra pagine Fantasy
« Rispondi #289 data: 22 Marzo 2019, 14:23:13 »
Cita

Concordo li ho letti parecchio tempo fa ma li ricordo con piacere
Loggato
Vivi ogni giorno come se non ci fosse domani, impara  come se dovessi non morire mai!
Pagine: 1 ... 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 [20] Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | La Fantascienza e gli altri generi... | Altri generi | Discussione: Passeggiata tra pagine Fantasy succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione