COMMUNITY di UraniaMania

Vai in fondo alla pagina
 
 
Urania Mania - Torna alla HomePage Home di UraniaMania Benvenuto Visitatore. Per favore Login oppure Registrati. 18 Dicembre 2018, 20:40:25
Indice del ForumCercaLoginRegistrati
Home Forum | UraniaMania Forum... | Generico | Discussione: Le nostre collezioni "dopo di noi" «prec succ»
Pagine: [1] Rispondi
  Autore  Discussione: Le nostre collezioni "dopo di noi"  (letto 518 volte)
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:108



tutto è fatidico!


Sta esplorando Kleopatra
32.7 %
PATHFINDER
UM NCC 938-A
Sta esplorando Kleopatra
(Asteroide)


Profilo E-Mail
Le nostre collezioni "dopo di noi"
« data: 06 Ottobre 2018, 15:34:59 »
Cita

Cari amici sono piu' di 15 anni che sono iscritto a questo sito e, dopo un inizio folgorante di proattivita' e buoni propositi, ormai da almeno 5 anni sono diventato un semplice osservatore non interventista e tengo solo aggiornata la "mia" collezione..... manca il tempo e le priorita' quotidiane ti assorbono ogni spazio mentale......e' da tempo che mi frulla per la testa un pensiero che cerco di rimuovere, e che rimuovo ogni volta ma torna...... cosa sara' della mia e delle nostre collezioni quando non potremo, per cause di forza maggiore, acquistare l'ultimo numero di Urania in edicola o non potremo piu' andare in giro per mercatini e bancarelle? Ma sopratutto che ne sara'delle nostre librerie piene di collane completate con tanta fatica? Il solo pensare che lo svuotacase di turno faccia razzia e inscatoli pezzi della mia vita tanto ricercati e voluti mi fa "impazzire".... Non ci posso pensare e quindi vorrei condividere con voi il mio pensiero e capire se ci avete pensato anche voi o se avete trovato gia' una soluzione onorevole.....inizialmente ho pensato di fare come Umberto Eco e farmi seppellire con tutti i miei libri ......? poi mi dico ma hai solo 60 anni perche'ci pensi ora è non rimandi alle prime avvisaglie concrete che la Vita ti potrebbe dare chissa' quando?
Non prendetemi per un paranoico ipocondriaco.....ma solo per uno che come voi  e' stato capace di emozionarsi quando ha trovato il pezzo che completava un'amata collana, o quando ha inserito il primo acquisto folle o quando ha condiviso con voi un 323 bis trovato e preso a 20 euro....?
Un abbraccio forte e buona e lunga vita a tutti noi! ?

Stefano lonewalker da Roma.

PS MA URANIAMANIA NON POTREBBE DIVENTARE UNA SORTA DI FONDAZIONE MUSEO A CUI LASCIARE LE TRACCE DELLE NOSTRE VITE ATTRAVERSO L'AMORE E LA PASSIONE PER I LIBRI CHE CI ACCOMUNA TUTTI NESSUNO ESCLUSO?

Un saluto particolare al Trifide, a jommycross, a slan, a Micky, a klatuu, a doralis, al Proietti, a Bruno,  a vecchio47, a Gretana a maxpullo e a tutti quelli che ora non ricordo ma che ho avuto il piacere di conoscere personalmente almeno una volta, dietro una pizza o durante Un ronda di ricerca....?
Loggato
Sto leggendo
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:3225



La spedizione della Va Flotta sta ancora cercando


Sta esplorando Plutone
57.5 %
FAR STAR
UM NCC 1273-A
Sta esplorando Plutone


Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #1 data: 06 Ottobre 2018, 23:52:05 »
Cita

Un funerale vichingo?
Loggato
********************************************
Tradotti: 'Fratello della Nave' di Aliette De Bodard; 'Veritas' di Robert Reed; 'La Stanza delle Anime Perdute' della Rusch. Co-traduttore di 'Santiago' di Resnick; in solitario di 'Oggi sono Paul' di Shoemaker (concorrente al Premio Nebula), di prossima pubblicazione. Appena pubblicato un racconto della Rusch: Base di Settore: Venice.
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideAvido Risucchiatore Cosmico

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:296



Nudi alla meta, confidando in una meta


Sta esplorando Mercurio
66.2 %
UM NCC 3258-A
Sta esplorando Mercurio


Profilo E-Mail
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #2 data: 07 Ottobre 2018, 00:30:20 »
Cita

E' un pensiero che viene spesso (talvolta) anche a me, e anch'io ho appena superato l'asticella dei 60. Ho raccolto libri e film, per i film credo che una delle videoteche sul territorio vadano bene, ma per i libri è più complicato. Le biblioteche non accettano e quando accettano temo che facciano una selezione preventiva con macero incluso di gran parte del materiale. L'idea della "fondazione" URANIA-MANIA è buona, ma per realizzarla concretamente ci vogliono spazi e denaro. Quanti di noi sarebbero disposti,per esempio, a fare un lascito testamentario come quello che chiedono-propongono alcune associazioni benefiche di assistenza o ricerca? Sarebbe uno strumento utile, forse, ma diverrebbe anche un pericoloso meccanismo perché URANIA-MANIA si regge sul puro volontariato e quando iniziano a girare soldi, e tanti, le cose cambiano necessariamente e impredibilmente. Possiamo donare il nostro patrimonio librario a qualche onesto commerciante che ama le cose di cui qui si discute e tratta? A me viene in mente Micky, ma ce ne sono diversi, ma anche lui/loro avrebbero probablmente problemi di spazio e di gestione, e poi cosa potrebbero farne, se non rimetterlo in circolo e disgregare le serie faticosamente e amorevolmente costruite? E in ogni caso, questo materiale che scopo avrebbe? Ci sarebbe qualcuno disposto a curarlo, a renderlo fruibile, e come? E a chi?  O sarebbe invece e più probabilmente roba "morta", collocata in scaffali a uso museo, esposizione del feticismo di cui siamo allegri rappresenatanti? Meglio il funerale vichingo?

Bye.

Sagan
Loggato
Gutta cavat lapidem
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

WebMaster

*

Responsabile area:
Visualizza collane curate
Offline  Msg:4520



Papà mi dai libbo l'ulania?


Sta viaggiando verso Giove
14.3 %
GRIFONE1893
UM NCC 1983-A
Sta viaggiando verso Giove


Profilo E-Mail
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #3 data: 07 Ottobre 2018, 09:12:22 »
Cita

Uraniamania non può diventare un museo perché è un luogo fatto di persone sempre nuove, in continua evoluzione (sia il sito che le persone), lenta ma costante.
Maxnaldo ha creato un oggetto magnifico che non ha bisogno di innovazione perché ha già tutto.
Uraniamania è la nostra casa ed è ancora viva perché chi la tiene aggiornata (nelle funzionalità e nei contenuti) lo fa per passione, giorno dopo giorno, ed ognuno fa la sua parte.
Gli admin moderano, i curatori curano, i webmaster sviluppano ed i vecchi utenti come me continuano a commentare i libri che leggono e ad intervenire sul forum quando gli va.
Uraniamania vivrà per sempre a dispetto di blog, forum, social e tutto il resto perché ci sarà sempre qualcuno che la porterà avanti.
La mia collezione è ormai storia. Per motivi di salute e spazio fisico è stata progressivamente smantellata e virtualizzata in formato elettronico ma lo spirito collezionistico è rimasto: anziché frugare nelle bancarelle cerco ebook in rete. Personalmente non ci vedo differenza perché quando finalmente compare il titolo che cercavo da tempo è la stessa festa di quando in una pila di Urania scorgevo quello che mi mancava...
Facebook è un luogo pieno di utenti e risorse, ricco di discussioni interessanti, ma Urania Mania è la base di partenza, il rimando obbligatorio perché molte delle discussioni e degli argomenti che si trattano altrove hanno avuto origine qui tanti anni fa.
Uraniamania è un po' il Big Bang del collezionismo e degli appassionati: il punto di origine di tutto.
In continua espansione
Loggato
Sto e-leggendo
Quel caro bruco ereditario - P. ANTHONY e R. MARGROFF

...

5,90 'era già' troppo...

...

Un tempo questo forum era tutta campagna...
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Amministratore

*

Responsabile area:
Urania
Visualizza collane curate
Offline  Msg:3857



Io ne ho viste cose, che voi umani non potreste...
Copertina Preferita


Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #4 data: 07 Ottobre 2018, 09:28:33 »
Cita


Citazione da: maxpullo il 07 Ottobre 2018, 09:12:22

Uraniamania non può diventare un museo perché è un luogo fatto di persone sempre nuove, in continua evoluzione (sia il sito che le persone), lenta ma costante.
Maxnaldo ha creato un oggetto magnifico che non ha bisogno di innovazione perché ha già tutto.
Uraniamania è la nostra casa ed è ancora viva perché chi la tiene aggiornata (nelle funzionalità e nei contenuti) lo fa per passione, giorno dopo giorno, ed ognuno fa la sua parte.
Gli admin moderano, i curatori curano, i webmaster sviluppano ed i vecchi utenti come me continuano a commentare i libri che leggono e ad intervenire sul forum quando gli va.
Uraniamania vivrà per sempre a dispetto di blog, forum, social e tutto il resto perché ci sarà sempre qualcuno che la porterà avanti.
La mia collezione è ormai storia. Per motivi di salute e spazio fisico è stata progressivamente smantellata e virtualizzata in formato elettronico ma lo spirito collezionistico è rimasto: anziché frugare nelle bancarelle cerco ebook in rete. Personalmente non ci vedo differenza perché quando finalmente compare il titolo che cercavo da tempo è la stessa festa di quando in una pila di Urania scorgevo quello che mi mancava...
Facebook è un luogo pieno di utenti e risorse, ricco di discussioni interessanti, ma Urania Mania è la base di partenza, il rimando obbligatorio perché molte delle discussioni e degli argomenti che si trattano altrove hanno avuto origine qui tanti anni fa.
Uraniamania è un po' il Big Bang del collezionismo e degli appassionati: il punto di origine di tutto.
In continua espansione

Bravo
Loggato
Den Heb


Collezionista

*

Offline  Msg:2191



Ab Iove principium
Copertina Preferita

Sta viaggiando verso Plutone
71.1 %
ULTIMA SPES
UM NCC 203-A
Sta viaggiando verso Plutone


Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #5 data: 07 Ottobre 2018, 13:44:31 »
Cita

Credo che in passato sia stato posto più o meno lo stesso quesito, è un problema che alberga tra noi giovani anziani di UM. I miei libri sono cose vive e anche per me la loro collocazione futura occupa spesso la mia mente: Lasciare tutto ai figli se ci sono? ma se non sono interessati? finiranno bruciati o all'isola ecologica  o dati a chissà chi? Goderseli finché si può e poi sia quel che sia? mi piange il cuore a questa soluzione. Addestrare i nipoti alla donazione? alternativa non facile anche questa. Affidarli, al momento giusto, a qualche giovane di UM? ma quand'è il momento giusto e si avrà il coraggio e la determinazione a farlo? Concordo con chi mi ha preceduto sulla natura spinosa della questione. Io non ho soluzioni e non posso far altro che sperare di non andarmene prima di aver completato la sistemazione dei miei Oscar; se mi va bene diventerò centenario…

   Cordialità… a futura memoria.
Loggato
La distinzione fra passato, presente e futuro è solo un'illusione, anche se ostinata.
      Albert Einstein
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:8



Noi siamo quello che siamo stati
Copertina Preferita


Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #6 data: 08 Ottobre 2018, 14:54:51 »
Cita

Mah! Certo l’argomento sollevato da Lonewalker (a proposito, Stefano, ti saluto e mi stupisco di come proprio oggi io sia capitato sul sito e su questo forum da te aperto, data la mia ormai saltuaria frequentazione di UM) è un argomento difficile per chi ha una certa età (io ne ho 72 ormai!) e sa di non avere figli, amici o rapporti con persone altrettanto legate ad una mania così particolare come l’essere bibliomane e di un genere così di nicchia come è la fantascienza! Nel mio caso poi la situazione è ancora peggiorata dalla consapevolezza di trovarmi man mano distante da molte delle tendenze attuali di questo genere letterario e, fatte salve alcune piccole eccezioni come lo steampunk o mondo9 e poco altro più, non particolarmente entusiasta delle nuove tendenze, il che di contrappasso fa nascere la domanda inversa, a chi piacerà avere libri propri del periodo storico a cavallo degli anni 60-90 del secolo scorso? Così come noi spesso bolliamo romanzi degli anni 40-50 con la definizione di “datati”, gli eventuali destinatari delle nostre collezioni non potranno, io penso, che fare un’accurata opera di cernita, effettuando loro lo smembramento di moltissime delle nostre collane, messe insieme con fatica e certosina opera di ricerca.
Io pensavo che ad un certo punto della mia vita (ma quando? Tutti pensiamo sempre di essere immortali) avrei deciso di liberarmi delle collezioni più amate e completate, mettendole in vendita intere, ciascuna per conto suo, così da essere abbastanza sicuro che l’acquirente compri Galaxy, Urania Rivista, SFBC, Nova, ecc.. ecc.. , perché apprezza proprio quella collana nel suo insieme e voglia possederla, rileggerla e curarla come già fatto da noi.
Credo poco alle donazioni a Biblioteche e dissento dall’ipotesi di una Fondazione per le ragioni ben esposte da Maxpullo e John_Fischetti (pur nella loro diversità), l’alternativa sarebbe, accettando i calcoli di Den Hebb, aspettare eventuali future manifestazioni di interesse da parte dei propri nipotini.

Ciao
Klaatu
Loggato
mishita


Responsabile Area DB

*

Responsabile area:
Fumetti->Manga
Visualizza collane curate
Offline  Msg:472



W UraniaMan(gaman)ia!!!


Sta viaggiando verso Venere
62.3 %
SAKURA NO HANABIRA
UM NCC 523-A
Sta viaggiando verso Venere

  
Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #7 data: 08 Ottobre 2018, 15:07:12 »
Cita


Citazione da: Klaatu il 08 Ottobre 2018, 14:54:51

Credo poco alle donazioni a Biblioteche e dissento dall’ipotesi di una Fondazione per le ragioni ben esposte da Maxpullo e John_Fischetti (pur nella loro diversità), l’alternativa sarebbe, accettando i calcoli di Den Hebb, aspettare eventuali future manifestazioni di interesse da parte dei propri nipotini.

Ciao
Klaatu


Esiste la Fondazione Rosellini che non si occupa solo di gialli ma anche di SF, FY e HO.
Penso sia una soluzione migliore della biblioteca di quartiere/città, non perfetta -immagino che la Fondazione possegga già migliaia di volumi- ma pur sempre "un'ultima spiaggia" nel caso non si trovassero eredi (figli, nipoti, amici, conoscenti, UMini) a cui cedere la propria collezione.
Un'alternativa è quella di iniziare a "spogliarsi" delle collezioni meno amate e provare a venderle sulle decine di siti di compravendita che si trovano su internet.
Capisco che è un'operazione difficile e che dare un prezzo alla propria collezione faticosamente raccolta e catalogata negli anni rischierebbe di dover chiedere 10000 euro per una "Futuro Fanucci" ma in questo caso, arrivati a fare quel passo, ci si può confrontare con altri UMini che della compravendita sono decisamente esperti, non nomino nessuno per fare torto agli altri presenti.


saluti
mish
Loggato
sto leggendo:
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideNetturbino delle Quattro Dimensioni

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:108



tutto è fatidico!


Sta esplorando Kleopatra
32.7 %
PATHFINDER
UM NCC 938-A
Sta esplorando Kleopatra
(Asteroide)


Profilo E-Mail
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #8 data: 09 Ottobre 2018, 08:17:13 »
Cita

Ciao a tutti e grazie per la Vostra condivisione ... in particolare un abbraccio al caro Klatuu compagno, insieme al Proietti, di tante discussioni e serate al Caffè letterario di Via Ostiense e al mitico Maxpullole Sue "donnine".
Per ora faccio solo una considerazione.. sono contento di non essere un caso isolato nel nostro magnifico Universo e questo mi consola e mi fa andare oltre il momento particolare di tristezza e sbandamento che ho voluto esternare.
Andiamo avanti e godiamoci quello che abbiamo sinora costruito con anni e anni di peregrinazioni tra decine di mercatini e bancarelle sparsi ovunque...
Magari quando avremo 80 anni i nostri immortali webmaster potrebbero inventarsi qualcosa.
Buona giornata a tutti, andiamo a lavorare va....
Loggato
Sto leggendo
Vedi il profilo utente

Membro del Club: La Tana del TrifideGuru Eccelso del Sovrano ordine di Chtorr

Supervisore

*

Responsabile area:
Libri
Visualizza collane curate
Offline  Msg:750



W UraniaMania!!!
Copertina Preferita

Sta esplorando Titano
70.7 %
ICARO
UM NCC 1041-A
Sta esplorando Titano
(Sat. di Saturno)


Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #9 data: 09 Ottobre 2018, 13:51:19 »
Cita

Io ho 78 anni, due figlie e cinque nipoti che dei libri non si interessano e non leggono.
Che dire. Mettere in vendita quando ormai non ci sono più nuove leve (in UM quanti si sono iscritti negli ultimi anni?)
Vendere ai mercatini dell'usato ma ti dicono che la fantascienza non tira, senza contare che ti danno quasi niente in soldi. Li prendono a fatica se li regali.
Donare a chi? Biblioteche? Tutto inutile.
Bisogna a un certo punto della vita fare il grande passo (doloroso ) a poco a poco svendere e incassare qualcosa per rendere le giornate più serene e spendere per le cose che più si desidera.
Ma, c'è un ma. Cosa si desidera di più? LIBRI.
Allora sapete cosa vi dico.
Io continuo a comprare, dopo sono c.... loro.
Con rammarico non ho trovato la soluzione giusta.

Però qualche volta sfogarsi (anche a parole) AIUTA
vic


Loggato
Fedmahn Kassad69


Collezionista

*

Offline  Msg:673



Fedmahn is my name and Mars is my nation....


Sta esplorando Mercurio
100.0 %
YGGDRASILL
UM NCC 4124-A
Sta esplorando Mercurio


Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #10 data: 09 Ottobre 2018, 16:41:07 »
Cita


Citazione da: victory il 09 Ottobre 2018, 13:51:19

Io ho 78 anni, due figlie e cinque nipoti che dei libri non si interessano e non leggono.
Che dire. Mettere in vendita quando ormai non ci sono più nuove leve (in UM quanti si sono iscritti negli ultimi anni?)
Vendere ai mercatini dell'usato ma ti dicono che la fantascienza non tira, senza contare che ti danno quasi niente in soldi. Li prendono a fatica se li regali.
Donare a chi? Biblioteche? Tutto inutile.
Bisogna a un certo punto della vita fare il grande passo (doloroso ) a poco a poco svendere e incassare qualcosa per rendere le giornate più serene e spendere per le cose che più si desidera.
Ma, c'è un ma. Cosa si desidera di più? LIBRI.
Allora sapete cosa vi dico.
Io continuo a comprare, dopo sono c.... loro.
Con rammarico non ho trovato la soluzione giusta.

Però qualche volta sfogarsi (anche a parole) AIUTA
vic




Sfogo con il quale concordo in toto.
Per adesso mi godo la mia collezione, cercando di leggere più libri e fumetti possibile, quando non ci sarò più, ebbene ritengo che il destino della mia collezione sarà una gioia e/o peso a totale carico dei miei eredi. Facciano loro a me, credo, non importerà più
Loggato
Sto leggendo:
ciccio

Membro del Club: La Tana del TrifidePtertha Rosa anziano

Curatore

*

Visualizza collane curate
Offline  Msg:2420



Siamo fatti di polvere di stelle sogni e speranze


Sta esplorando Kynvur
100.0 %
DUCHESSA
UM NCC 4445-A
Sta esplorando Kynvur


Profilo
Re:Le nostre collezioni "dopo di noi"
« Rispondi #11 data: 22 Ottobre 2018, 10:50:41 »
Cita


Citazione da: Fedmahn Kassad. il 09 Ottobre 2018, 16:41:07


Citazione da: victory il 09 Ottobre 2018, 13:51:19

Io ho 78 anni, due figlie e cinque nipoti che dei libri non si interessano e non leggono.
Che dire. Mettere in vendita quando ormai non ci sono più nuove leve (in UM quanti si sono iscritti negli ultimi anni?)
Vendere ai mercatini dell'usato ma ti dicono che la fantascienza non tira, senza contare che ti danno quasi niente in soldi. Li prendono a fatica se li regali.
Donare a chi? Biblioteche? Tutto inutile.
Bisogna a un certo punto della vita fare il grande passo (doloroso ) a poco a poco svendere e incassare qualcosa per rendere le giornate più serene e spendere per le cose che più si desidera.
Ma, c'è un ma. Cosa si desidera di più? LIBRI.
Allora sapete cosa vi dico.
Io continuo a comprare, dopo sono c.... loro.
Con rammarico non ho trovato la soluzione giusta.

Però qualche volta sfogarsi (anche a parole) AIUTA
vic




Sfogo con il quale concordo in toto.
Per adesso mi godo la mia collezione, cercando di leggere più libri e fumetti possibile, quando non ci sarò più, ebbene ritengo che il destino della mia collezione sarà una gioia e/o peso a totale carico dei miei eredi. Facciano loro a me, credo, non importerà più

Concordo doppiamente, può darsi che tra qualche anno cambi idea ma ci penserò allora, al momento la mia principale preoccupazione è lo spazio dove sistemare i nuovi acquisti.  
Loggato
Vivi ogni giorno come se non ci fosse domani, impara  come se dovessi non morire mai!
Pagine: [1] Page Top RispondiAbilita NotificaStampa
Home Forum | UraniaMania Forum... | Generico | Discussione: Le nostre collezioni "dopo di noi" «prec succ»
Vai in:


Login con username, password e durata della sessione