Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Faresme Faresme 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Geronimo Geronimo 
Visitatore Visitatori(67)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Classici - Mondadori - Bianchi - immagine nel cerchio

 
 
Codice:1606    
 
Piace a 8 utenti
Non piace a 3 utenti
Media: 6.43
 
N. Volume:   100
Titolo:   Dalle fogne di Chicago
Autore:   Theodore L. THOMAS (ps. di Theodore Lockard THOMAS) e Kate WILHELM
   Traduzione: Beata DELLA FRATTINA
   Copertina: Giuseppe FESTINO
 
Data Pubbl.:   Luglio 1985 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   The Clone, 1965
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   110 x 185
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   176
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 18/09/2018-16:58:36
 
   
 

 
 
Nelle fogne di una grande città, per l'incredibile varietà di sostanze che vi confluiscono e l'infinito numero di combinazioni chimiche che ne risultano, può nascere in ogni momento qualsiasi cosa. Qui le fogne sono quelle di Chicago, il momento è alle 0,51 di una notte di settembre, la "cosa" è un grumo gelatinoso non più grande di un granello di sabbia. Un'ora dopo il granello è diventato una massa di un piede quadrato, in un'altra ora, crescendo con progressione geometrica, si espande per i collettori laterali. Alle 7 del mattino, risalendo per le tubature, la sostanza occhieggia dal foro di scarico di innumerevoli lavandini. Alle 7,35 certa Maude Wendell, casalinga, cerca di sturare il suo lavandino col dito…