Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
bibliotecario Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
miky1 miky1 Amico di Urania Mania
Gundam70 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(73)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Fantasy - Mondadori - 1a Serie

 
 
Codice:1976    
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N. Volume:   6
Titolo:   Il libro di Isle
Autore:   Nancy SPRINGER
   Traduzione: Gaetano Luigi STAFFILANO
   Copertina: MAREN
 
Data Pubbl.:   21 Novembre 1988 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   The White Hart, 1979
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantasy
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   144
 
 
  Ultima modifica scheda: Vecchio47 06/07/2016-08:43:07
 
   
 

 
 
Da moltissimi anni, ormai, nel continente-isola di Isle manca la mano salda di un re capace di fare rispettare le leggi degli uomini e degli dèi; scomparso Byve, l'ultimo Grande Monarca di Eburacon, l'intero paese è caduto preda di razzíe e soprusi, nonostante gli sforzi di alcuni giusti e valorosi signori. Pryce Dacaerin è uno di questi, ma neppure il suo prestigio basta a evitargli il rapimento della sua unica figlia, Ellid. A liberarla giunge tuttavia inaspettato l'ultimo principe elfico, Bevan Mano d'Argento, figlio di Byve. Bevan è tornato dai recessi della Terra Interna per cercare l'aiuto degli uomini in una impresa quasi folle: recuperare Hau Ferddas, la grande spada magica degli Antichi, e distruggere l'odiato potere di Pel Blagden, il dio oscuro che ha provocato la caduta di Eburacon e che ora infesta Isle con le sue schiere spettrali. Un'impresa da cui certo pochi torneranno, ma che costituisce l'ultima speranza di un futurodi pace per Isle.