Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Visitatore Visitatori(37)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Costa rossa

 
 
Codice:235    
 
Piace a 4 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 6.75
 
N. Volume:   235
Titolo:   Le amazzoni
Autore:   Poul ANDERSON
   Traduzione: Benedetta MANGIAMELI
   Disegni: Carlo JACONO
   Copertina: Carlo JACONO
 
Data Pubbl.:   31 Luglio 1960 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   Virgin Planet, 1957
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   140 x 200
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   128
 
Ristampato nel numero: 563
 
  Ultima modifica scheda: bibliotecario 21/04/2020-14:26:00
 
   
 

 
 
Davis Bertram si meritò quel che gli accadde. Non aveva forse sempre desiderato di scoprire un pianeta abitato da sole donne per sentirsi valorizzato al massimo? Be', questo è esattamente quel che gli capitò quando volle lanciarsi da solo nell'esplorazione di una zona di spazio giudicata troppo pericolosa per arrischiarvi una spedizione ufficiale. Un pianeta abitato da sole donne! E dominato da altre donne che, sole su quel mondo, possiedono le antiche conoscenze scientifiche di una razza progredita. Le situazioni paradossali in cui il povero Davis viene a trovarsi sono fra le più divertenti. E il castigo peggiore per lui è di venire accolto su quel mondo non come l'Uomo promesso dalle antiche leggende, ma come un Mostro da distruggere. Certo, Davis, dopo tante avventurose peripezie, alla fine se la cava, ma proprio per il rotto della cuffia, in un modo che non può, onestamente, venir definito del tutto onorevole per un uomo!