Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
alpha male alpha male 
Visitatore Visitatori(35)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Losanga 1 - immagine nel riquadro

 
 
Codice:311    
 
Piace a 7 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 8.00
 
N. Volume:   310
Titolo:   Colui che sussurrava nel buio
Autore:   H. P. LOVECRAFT (ps. di Howard Phillips LOVECRAFT)
   Traduzione: Sarah CANTONI, Adalberto CHIESA e Roberto MAURO
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   16 Giugno 1963 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:  
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Antologia  N. pagine:   150
 
 
  Ultima modifica scheda: Fantobelix 22/06/2020-12:25:23
 
   
 

 
 
I tre racconti, inediti in Italia, che presentiamo, sono non solo tra i più celebri ma anche tra i più caratteristici di Lovecraft; i foschi paesaggi della Nuova Inghilterra, le antiche case della Boston puritana, il ricordo incombente dei processi alle streghe, le presenze extraumane o subumane che gettano a poco a poco il terrore fra gli uomini, tutti i temi cari a questo straordinario pittore dell'ignoto, sono qui rappresentati in una personalissima, allucinata galleria.
L'americano H. P. Lovecraft, morto quasi sconosciuto nel 1937, gode oggi in tutto il mondo di una fama crescente. Negli Stati Uniti, una casa editrice sorta si può dire al solo scopo di pubblicare le sue opere, va raccogliendo perfino i suoi appunti, le sue note, le sue pagine sparse. In Francia, sono stati tradotti, in quattro volumi, i suoi racconti completi, e in molti Paesi europei varie antologie hanno provveduto a far conoscere il suo nome. Anche il cinema ha cominciato a interessarsene, e per l'anno in corso si annunciano tre film tratti da tre sue novelle. In Italia, patria del cavillo, un gravissimo, paralizzante quesito lo ha finora tenuto lontano dal grande pubblico: è Lovecraft da considerarsi l'ultimo discendente di Poe, da mettersi quindi nello scaffale dell'orrido, del soprannaturale; o si deve invece vedere in lui un precursore della fantascienza? Urania, ritenendo che nel caso di un narratore del livello di Lovecraft simili perplessità siano per lo meno fuori luogo, gli ha dedicato questo numero della rivista; e lascia libero campo ai lettori di pronunciarsi in merito all'opportunità della nostra iniziativa.