Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Zia Marisa Zia Marisa 
Visitatore Visitatori(40)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Classici Cofanetti - Mondadori

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:77049
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 0 utenti
Media: 0.00
 
N.:   14
Le guide del tramonto - Imboscata alla città - Tutti i colori del buio - Guerra al grande nulla
Arthur Charles CLARKE, Mack REYNOLDS, Lloyd BIGGLE jr. e James BLISH
 
Data:   1982 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:  
Note:   Raccolta dei numeri 53-54-55-56 non riprezzati
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura con cofanetto
Tipologia:   Principali Dimensioni:   112 x 187
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:  
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 11/03/2014-21:51:04
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Le guide del tramonto
Scienziato, autore di importanti testi di divulgazione scientifica, ferrato studioso degli abissi cosmici e marini, Arthur C. Clarke è tuttavia uno
degli scrittori di fantascienza in cui più intensa, più struggente, risuona la nota metafisica. Il vero tema di molte sue narrazioni; lunghe e brevi, e
l'avventura della razza umana fra i misteriosi fondali dell'universo, l'enigma del nostro destino fra gli astri. E' di li, a pensarci bene, che ci viene
il più inquietante di tutti i suspense, il brivido dei brividi: e Clarke ce lo dimostra con la calata dal nostro cielo di invisibili angeli (del bene?
del male?) e con una concatenazione di eventi politici, sociali, privati, che di sorpresa in sorpresa, di gradino in gradino, ci conducono fino alla
esplosiva rivelazione finale.

Imboscata alla città
New Woodstock ha qualche migliaio di abitanti, un consiglio municipale, una clinica, un servizio di polizia, una scuola, un supermercato, insomma tutte
le cose che formano una cittadina americana media. La sola differenza e che New Woodstock si muove. Nella realtà socio-economica di dopodomani, le città
migranti sono un'ipotesi perfettamente plausibile, il gradino obbligatorio dopo le tendopoli dei campeggi e gli assembramenti di roulottes che tutti
conosciamo. Città autosufficienti, che a una media di 100 Km. all'ora si spostano da un capo all'altro degli Stati Uniti, o decidono di attraversare il
confine messicano e passare piacevolmente qualche mese, o anno, in Sudamerica. L'eterna vacanza, dunque? Il paradiso su ruote? Mack Reynolds, uno dei
più autorevoli rappresentanti della fantascienza detta "sociologica" non e cosi ottimista: i suoi nomadi troveranno sul loro cammino accoglienze
tutt'altro che amichevoli.

Tutti i colori del buio
I meandri dell'iperspazio, gli oscuri corridoi dimensionali, hanno ormai pochi segreti per il lettore di fantascienza. E l'autore di questo esemplare,
cinematografico romanzo d'azione ne è ben consapevole: il viaggio istantaneo non pretende dunque di essere qui una mirabolante trovata, ma semplicemente
il punto d'avvio d'un intreccio solido già di per se: fortunose vicende d'un gruppo di ricercatori, inspiegabili sparizioni di viaggiatori, sabotaggi,
interventi di agenti privati e polizie di tutto il mondo. Ma quella che può sembrare soltanto una cronaca, per quanto movimentata, dello sfruttamento
industriale dell'iperspazio, s'arricchisce al momento giusto di un elemento nuovo che scienziati, poliziotti e industriali non potevano prevedere.
Dietro la facciata della quarta dimensione si nasconde....

Guerra al grande nulla
"Siamo in presenza di un pianeta e di una popolazione sostenuti dal Supremo Nemico. E' un'immensa trappola tesa a tutti noi, a tutti gli uomini della
Terra e fuori dalla Terra. La sola cosa che possiamo fare è respingerla, la sola cosa che possiamo dire è: Vade retro Satana." A parlare cosi è il Padre
Ruiz-Sanchez, gesuita, scienziato, esploratore spaziale, che nel pianeta Lithia e nei suoi troppi razionali, troppo morali, troppo sereni, troppo
perfetti abitanti, vede all'improvviso una perfida e ironica creazione del Demonio Stimolante, audace, originale  come certe utopie di Sheckley, questo
thriller teologico ha rinnovato il tema tradizionale dei nostri rapporti con gli extra-terrestri, ed è  ormai considerato a buon diritto un testo
fondamentale della fs moderna.