Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
nollicus Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(69)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania - Mondadori - Bianchi cerchio rosso

 
 
Codice:779    
 
Piace a 1 utente
Non piace a 0 utenti
Media: 9.00
 
N. Volume:   771
Titolo:   La carovana
Autore:   Stephen GOLDIN
   Traduzione: Lella CUCCHI
   Copertina: Karel THOLE
 
Data Pubbl.:   18 Febbraio 1979 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   Caravan, 1975
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   130 x 190
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   160
 
 
  Ultima modifica scheda: bibliotecario 13/06/2020-18:40:02
 
   
 

 
 
Sparute comunità di superstiti, arroccate in qualche edificio urbano o in isolate fattorie... Gruppi vaganti di fuggiaschi... Branchi di cani affamati e di belve umane... Un mondo distrutto, e la specie Homo Sapiens sull'orlo dell'estinzione... Innumerevoli romanzi di fantascienza apocalittica ci erano venuti abituando a questo spiacevole quadro di un futuro più o meno prossimo. Ma finora si era sempre immaginato che il crollo della civiltà, la morte della specie, dovessero essere la conseguenza di eventi improvvisi e violenti: una guerra atomica, un morbo orrendo, una collisione planetaria, un'invasione di mostri e altre simili catastrofi. In questo romanzo - che descrive la marcia di una carovana verso una problematica salvezza non è invece successo niente di particolare: il crollo, il collasso generale sono stati la semplice e normale conseguenza di ciò che già oggi vediamo accadere ogni giorno intorno a noi.