Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Lucky Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
Vecchio47 Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
victory Vedi il profilo utente Amico di Urania Mania
zecca_2000 zecca_2000 
doge doge 
Mr.Chicago Vedi il profilo utente 
Visitatore Visitatori(62)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:

Numero:        
Titolo:        
Tit.Orig.:        
Autore:        
Editore:        
Trama:        
Relazione:

 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Classici - Mondadori - Pocket Neri

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:1783
 
Piace a 5 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 6.80
 
N.:   277
Vittime a premio
Robert SHECKLEY
     Traduzione: Marco PENSANTE
     Copertina: Luca MICHELUCCI
 
Data:   Aprile 2000 ISBN:    non presente
Tit.Orig.:   Victim Prime, 1987
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   104 x 175
Contenuto:   Romanzo  Nr pagg.:   224
 
 
  Ultima modifica scheda: victory 30/11/2014-10:39:58
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
Numerosi sono i romanzi di fantascienza basati sul tema del gioco, del concorso, del rischiatutto-o-muori: dall'indimeneicabile Occhio nel cielo all'Uomo dei giochi a premio, entrambi di Dick, passando per la Decima vittima dello stesso Sheckley. Questo Vittime a premio, molto pi├╣ recente, costituisce un aggiornamento spettacolare della pi├╣ crudele fantascienza circense. L'arena ├Ę Esmeralda, un'isola dei Caraibi dove l'omicidio ├Ę stato legalizzato, le regole del gioco prevedono il duello all'ultimo sangue e la posta in palio ├Ę la salvezza. Ma non basta sentirsi cacciatori, per partecipare: l'importante, la cosa fondamentale, ├Ę non essere sorteggiati per fare le Vittime.