01 Marzo 2018, 23:06:44Commento scritto da galions
Voto: 7.00
Terza e conclusiva parte della selezione ‘Year’s best SF 2014’ curato da Gardner Dozois.
Il livello medio rispecchia quello delle prime due parti.
Ecco il dettaglio:
NATURA UMANA di Lavie Tidhar  6/10
Una storia d’amore ai confini del sistema solare con un finale amaro.
Tidhar ci mostra tutto il suo disincanto sulla natura umana, ma il pezzo non è niente di che.
INTRECCIATI di Ian MacLeod  5/10
In uno scenario futuro inquietante gli uomini si organizzano nelle comuni per sopravvivere e sono tra loro interconnessi, o ‘intrecciati’, per ripetere il termine utilizzato dal traduttore.
Mentre in un habitat urbano esclusivo e privilegiato vive Martha, protagonista portatrice di un handicap mentale, che il padre vuole proteggere a tutti i costi isolandola con il fratello.
Racconto cupo con un finale che non ho molto apprezzato.
EARTH I di Stephen Baxter 6/10
Tema di indubbio fascino, quello del viaggio epico alla ricerca della Terra, abbandonata tempo addietro per colonizzare altri mondi.
Ma Baxter ci infila dentro anche la religione ed un finale che non convince.
TECHNARION di Sean McMullen  8/10
Nell’Inghilterra della rivoluzione industriale il vapore e l’energia elettrica promettono all’umanità l’accesso alla nuova civiltà delle macchine.
Ma l’avidità dei pochi o di un singolo sfrutta l’ingegno del protagonista per l’arricchimento a discapito delle masse. McMullen però ci mette un terzo incomodo ponendoci sotto osservazione da parte di una razza aliena.
CERCATORI di Melissa Scott  8.5/10
Variante fantascientifica del mito della fonte dell’eterna giovinezza e dell’immortalità.
Un’eroina malata e segnata dal destino accetta per disperazione un rischio mortale da un uomo che l’ha già tradita, ma la ricompensa ne vale davvero la pena.
L’ARIA DELLA REGINA DELLA NOTTE di Ian McDonald   10/10
Splendido racconto, uno dei pezzi pregiati dell’intera antologia.
Un cantante nella fase declinante della carriera è costretto ad esibirsi per intrattenere le forze armate  in prima linea durante l’invasione umana di Marte. Ma in una circostanza drammatica scoprirà un nuovo pubblico pronto ad apprezzarlo per il suo valore.
VIVIDE STELLE di Brendan Dubois  7/10
La classica storia dell’eroe integerrimo, tutto d’un pezzo, leale sino all’estremo sacrificio.
Niente di originale, se non lo scenario che vede il popolo americano subire ciò che i loro soldati sono soliti fare a casa degli altri.
LA PROMESSA DELLO SPAZIO di James Patrick Kelly  6.5/10
I rischi relativi all’esposizione alle radiazioni cosmiche è un tema d’attualità nella prospettiva di allargare gli orizzonti dell’esplorazione spaziale. Ed è anche un argomento poco ricorrente nella fantascienza letteraria, però avrei preferito fosse trattato in modo diverso.
REDIVIVI di Damien Broderick   5/10
Una sorta di nanotecnologia permette la rianimazione dei defunti, ma viene protetta come un brevetto industriale da tenere segreto. Ovviamente divampa il dibattito etico ed il protagonista viene nominato portavoce del Conclave dei Rianimati, dovendo affrontare la scomunica papale, la fatwa degli imam islamici e le immancabili interviste.
Il romanzo breve promette molto per almeno due terzi, ma poi ha uno sviluppo esagerato che non mi piace affatto ed un finale inutilmente maestoso. Peccato.
 
10 Agosto 2017, 22:36:10Commento scritto da doge
Voto: 7.00
Ecco il mio voto per la terza parte di questa antologia:
1)Natura umana (L. Tidahr): Una storia d'amore..finita male...niente di che..voto:6
2)Intrecciati (I. MacLeod): Una 'menomazione' rende isolata una persona in un mondo tecnologicamente iperconnesso..un racconto bello e sensibile..Voto: 8
3)Earth 1 (S. BAxter): Assomiglia un po' ad Asimov...dopo migliaia di anni l'umanità che ha conquistato le stelle si è dimenticata di aver avuto UN pianeta d'origine....se poi ci si mette di mezzo pre la religione!....Interessante..peccato il finale..!Voto:7
4)Technarion (S. MacMullen): Ambientato in epoca vittoriana,con strane tecnologie che saltano fuori..sembra dal nulla...e c'è in gioco il futuro dell'umanità....:-) Voto:7,5
5)Cercatori (M. Scott): Ambientato in un lontano futuro dove và forte l'uso di strane sostanza abbandonate da una misteriosa e antica razza tecnologicamente superiore..ma a quanto pare.non han lasciato solo dei materiali di riciclo..anche cose più 'grosse'...Voto: 7,5
6)L'aria della regina della notte (I. MacDonald). A MacDonald non manca certo la fantasia,per creare storie ambientate in ambienti particolari..cmq non mi ha colpito più di tanto questo racconto...voto:6,5
7)Vivide stelle (B Dubois):Un Amrica sotto l'attacco di qualke potenza esterna che usa droni pronti a distruggere all'istante qualunque cosa tecnologica..o chiunque ne porti una addosso...le speranze son ridotte al lumicino...e la lealtà è una cosa rara....voto:7
8)La promessa dello spazio (J. P. Kelly):Uno dei motivi per cui l'uomo non può ancora permettersi lunghi viaggi nello spazio sono le radiazioni per cui non abbiamo protezione....il racconto non è niente di che,ma interessante perchè parla di questo argomento..voto:6,5
9)Redivivi (D. Broderick)):Lungo racconto..per un bel poò non si capisce bene dove voglia andare a parare,cosa ci sta a fare il protagonista nè perchè lo è (protagonista)...poi,alla fine,si capiscono molte cose..con sorpresa finale....il finale salva il racconto..voto:7
Voto totale: 7+
 
30 Marzo 2017, 17:47:51Commento scritto da clisimak
Voto: 6.50
Antologia abbastanza buona, il migliore è "Redivivi" voto 7,5    poi  "Earth 1" e "Technarion"  voto 7
 
29 Marzo 2017, 14:29:37Commento scritto da bibliotecario
Voto: 6.50
Arrivati alla terza ed ultima parte con cui Mondadori a spezzettato quello che in inglese risulta essere un unico volume, posso tranquillamente dire che a mio modesto parere il gioco non vale assolutamente la candela. Il tenore dei racconti che ho letto se pur mediamente passabile non meritana il costo e lo spazio di ben tre uscite della collana MilleMondi.  
 
Utenti cui piace il libro
dottogekuri, Thermonuclear Warrior
Utenti cui non piace il libro