12 Gennaio 2018, 11:16:36Commento scritto da capricorno52
Voto: 7.00
Le interviste del protagonista (studente e poi giornalista e scrittore) ,ai personaggi umani ed alieni, sono il veicolo per raccontare le  leggende , la storia e la cronaca della colonizzazione del pianeta Peponi da parte degli umani.
Il romanzo è organizzato in quattro parti , Alba , Mezzogiorno, Metà pomeriggio , Crepuscolo ,  che  grosso modo illustrano le relazioni fra gli umani , gli alieni e l’ impatto sull’ ecosistema. Le prime due parti rappresentano il punto di vista degli umani  : i cacciatori ed i coloni. Nella seconda parte viene trattato in prevalenza il punto di vista degli aborigeni.
Romanzo di piacevole lettura , diretto e coinvolgente lo stile di scrittura, poca azione diretta, ambientazioni che ricordano l’ Africa centrale ed australe. Con questo romanzo , Urania completa il ciclo “Birthrigth Cronache di un mondo lontano” che racconta le storie dei contatti fra culture diverse (umane ed aliene) non sempre secondo gli schemi precostituiti e generici della fantascienza classica.
A mio modo di vedere , non è un vero e proprio un romanzo di fantascienza,  la parte scienza  è praticamente inesistente ma un libro ben scritto al giusto dettaglio di genere storico-avventuroso, la storia è avvincente ed è  chiaramente ispirata al periodo coloniale del secolo scorso in Africa, certamente sarà meglio apprezzato dai cultori del genere. Ottimo per passare un paio di pomeriggi di evasione e perché no !  anche di riflessione.
 
Utenti cui piace il libro
Utenti cui non piace il libro