28 Agosto 2017, 15:25:33Commento scritto da zecca_2000
Voto: 8.50
Mi allineo piu' o meno con il giudizio degli altri umini.
Premetto che il mio giudizio si riferisce al "romanzo" "La crisi della realta'  ", quindi non al primo o secondo o ennesimo volume in cui e' stato suddiviso.

cio' detto, il mio giudizio e' molto positivo.
Si tratta di una space opera impegnativa, epica, con ampie punte di fantastico, o forse horror, o forse FS (le anime dei morti che ritornano...?)
Personaggi appassionanti, lettura scorrevole, alterna parti di vita quotidiana sui pianeti a parti di avventure.
Mix di tanti generi e autori con un qualcosa in piu', come giustamente deve essere un'opera innovativa.
Ad esempio, le astronavi senzienti sono Banks con un tocco originale, la vita su Lelande e' ...tanti altri prima e dopo (il Niven/Pournelle/Barnes  del ciclo di Beowulf, Lo Steele di Coyote ecc.), con qualcosa di originale.

Principale difetto del libro e' di non essere leggibile autonomamente. Probabilmente la trilogia e' un tutt' uno che anrebbe giudicata in blocco. vi sapro' dire.
Chissa' se tradurranno (ma temo di no) anche il romanzo breve che appartiene a questo universo narrativo...

voto 8,5
 
11 Agosto 2017, 15:43:06Commento scritto da capricorno52
Voto: 8.50
Secondo volume del libro “La crisi della realta’” . La crisi si abbatte sul pianeta coloniale Lalonde , chi viene in contatto con l’ entita’ aliena è da questa posseduto , le autorità sottovalutano il problema pensando, in base alle poche notizie pervenute,  che si tratti di una rivolta locale dei detenuti deportati sul pianeta , di conseguenza sono assunte misure di polizia anti sommossa e la notizia tarda ad essere diffusa nella Confederazione.
Diverse sottotrame sono sviluppate in parallelo al filone principale per diversificare la storia , per caratterizzare i personaggi principali e diffondere indizi criptici sul loro ruolo nel ciclo , come ad esempio,  i viaggi della astronave Lady Macbeth del capitano Joshua Calvert e del nerofalco Oenone e della sua capitana Syrinx , la vita sull’ habitat senziente Tranquillity in legame di affinità con Jone Saldana , ambientazioni dei pianeti Norfolk e Atlantis , le relazioni fra Jone con Haile  la giovane xeno Kiint.
Nonostante lo sviluppo,  in parte caotico,  di sottotrame  parallele al racconto principale , la narrazione non perde il ritmo e si mantiene serrata ed avvincente. Volume assolutamente sopra le righe , grazie anche alle ambientazioni ipertecnologiche ed all’ uso estremo della biotecnologia dato come fatto acquisito senza spiegazioni di sorta ,non guasta qualche contaminazione horror………..la lettura continua , anche per scoprire il perché dell’invasione..    
 
16 Luglio 2015, 13:32:25Commento scritto da AlfaBootis
Voto: 9.00
Bello bello bello. Una grandissima saga, appassionante, coinvolgente, emozionante e mai banale.
Forse più una sceneggiatura che un romanzo ma su, pertuttiigigantigassosi, chissene...direi anzi che la cosa aiuta il lettore a non perdersi troppo all'interno delle circa 3700 pagine dell'opera.
Consiglio ai futuri lettori: armatevi di foglio e biro per prendere appunti su personaggi e loro ruoli. Tra umani, alieni, navi spaziali, pianeti, habitat, imperi, federazioni etc sono veramente in tanti...
 
01 Maggio 2015, 22:09:51Commento scritto da razzomissile
Voto: 10.00
Recentemente sono riuscito a completare la lettura di tutta la saga, dopo che uno dei volumi (il quinto) mi era finito tra i binari della metropolitana ed i mesi spesi alla ricerca in tutta la galassia conosciuta di una copia a prezzi umani.

Per me sicuramente questa è una delle saghe più riuscite e mature del panorama sf degli ultimi anni.
 
01 Febbraio 2015, 13:09:06Commento scritto da wherever
Voto: 10.00
Il mio è il giudizio dell'intero ciclo (quindi dei dieci volumi che compongono la saga).
Dopo aver letto l'Alba Della Notte, tutto quello che avrete letto prima di incontrare quest'opera di Hamilton vi sembrerà probabilmente scialbo, fors'anche sciatto e poco incisivo... Perfino quello che fino a qualche momento prima vi sembrava avvincente, ben strutturato, sapientemente pensato. In realtà, non è quello che vi è passato sotto gli occhi fin qui a rivelarsi al'improvviso più "fragile" del previsto, è proprio quest'opera ad essere, invece, così straordinaria, rispetto a quello che avrete, con ogni probabilità, incontrato prima...
La fantasia, qui, è davvero infinita: non c'è personaggio "minore" (e ce sono tonnellate!), non c'è avvenimento (apparentemente) secondario che non trovi, qui, la sua precisa ragione d'esistere... Un affresco grandioso che vi stupirà per grandezza, complessità e arditezza. Una trama stupefacente per personaggi che vi entreranno nella testa e nel cuore. E non se ne andranno più...
Per quanto mi riguarda, è semplicemente il migliore ciclo di Fantascienza su cui abbia mai posato gli occhi, seguito a stretta distanza dalla Trilogia del vuoto, dello stesso Hamilton. La Fantascienza al suo apogeo.  
 
10 Giugno 2013, 04:21:40Commento scritto da mxg
Voto: 8.00
 
27 Settembre 2010, 21:38:00Commento scritto da Gundam70
Voto: 7.50
Il bello del primo contatto con la saga non c'e' piu'. Certo la trama si infittisce e si arricchisce. Ma rimane sempre una qualche difficolta di "digestione" del High tech usato da questo autore. Incredibile e visionario per tutto quello che riesce ad immaginare e a mettere su carta.
viene svelato in cosa consiste questa "crisi della realta".
il viaggio continua...
 
07 Marzo 2009, 13:46:19Commento scritto da npano
Voto: 7.00
Seconda parte del romanzo scorrevole come la prima, ci sono maggiori accadimenti ma il senso di attesa , forte nella prima parte , quì un po si sopisce.

Parti avvincenti si alternano a parti più noiose.
 
06 Maggio 2006, 19:39:06Commento scritto da Darkyo
Voto: 9.00
Ottimo. Serrato e intrigante, avvincente, da leggere d'un fiato e... aprire subito il volume successivo!!!
 
24 Aprile 2006, 14:53:51Commento scritto da cat
Voto: 9.00
Magnifico, originale, veloce. Varie trame, ben differenziate, che si seguono con facilità.
Un pò pulp, che non guasta. Quando chiudi il libro aspetti con ansia il seguito
 
Utenti cui piace il libro
Soci della Tana del Trifide:

ciccio, Vedi il profilo utente


Utenti non associati:

attiliosfunel, Free Will, ergo, Franz
Utenti cui non piace il libro