12 Febbraio 2018, 20:22:25Commento scritto da capricorno52
Voto: 5.50
I commenti i quarta copertina collocano l’autore Daventry ad alto livello nell’ ambito della fantascienza inglese  , per intenderci a livello di Clarke o Wyndam , ma per quanto riguarda questo romanzo , a mio parere è una affermazione a dir poco azzardata.
E’ un romanzo modesto, la trama, anche considerando l’anno di pubblicazione 1980 è piuttosto banale , ben altro sul tema esplorazione e colonizzazione dello spazio si poteva leggere negli anni ’80 , oggi poi dopo l’impatto dell’ Hard SF sul genere,  il libro è datato penosamente. Gran parte del romanzo si svolge sulla astronave durante la fuga dalla Terra , ma descrizioni e ambientazioni  sono praticamente inesistenti , si salvano, in parte,  i dialoghi e le caratterizzazioni dei personaggi. Tuttavia, durante la lettura si crea una certa aspettativa , nel senso che prevale la curiosità di vedere come finirà la storia (e la razza umana…)  , ma il finale non migliora il giudizio complessivo.
Sicuramente c’ è di meglio da leggere.
 
06 Dicembre 2012, 08:52:32Commento scritto da mitd
Voto: 6.00
Romanzetto scorrevole e tutto sommato piacevole. Poco coerente dal punto di vista scientifico anche per il 1980 in cui è stato scritto (sì astronavi interstellari, androidi e cyborg; no clonazione) e fantascientifico (alieni molto, ma davvero molto biocompatibili). Il finale mi ha lasciato perplesso, soprattutto quell'ultima parola (inesorabile) della quale non ho capito il nesso.
Il racconto in appendice sarebbe stato da rottamare.
 
18 Marzo 2008, 13:58:50Commento scritto da chan
Voto: 8.00
Letto anni fa, lo ricordo ancora come un ottimo romanzo, consigliato!
 
09 Marzo 2006, 21:47:54Commento scritto da grizzly
Voto: 8.00
L'ho letto d'un fiato.
 
Utenti cui piace il libro
egiteo, elizara, robipek
Utenti cui non piace il libro