Area Sito

 
Urania

Cambia Area DB:

» HELP HomePage «
» Forum
» Cerca
 
  

Database

 
» Database Collane UM
» Autori
» Novità
» Wanted !!!
» Scambio/Vendita
» La Compagnia del Ciclo
» Giudizi/Commenti
» Libreria Virtuale
 
  

Utenti OnLine

 
Pio III Pio III 
puffo puffo 
Visitatore Visitatori(23)
 
  

Classifiche

 


 
  

URANIA Mondadori

 

 
  

Le figlie di URANIA

 

 
  

Ricerca Libri

 
Inserisci i dati:
Numero:
Titolo:
Tit.Orig.:
Autore:
Editore:
Trama:
Relazione:
 
  

Links Urania

 

 
  

Contatti

 
Amici di UraniaMania
Lo Staff di
Urania Mania
 
  
 

Urania Collezione - Mondadori - Serie cerchio grigio

Vai in fondo alla pagina
 
 
Codice:152417    
 
Piace a 0 utenti
Non piace a 1 utente
Media: 0.00
 
N. Volume:   195
Titolo:   L'uomo che vedeva gli atomi
Autore:   Murray LEINSTER (ps. di William Fitzgerald JENKINS)
   Traduzione: Delfo CENI
   Copertina: Franco BRAMBILLA
 
Data Pubbl.:   3 Aprile 2019 ISBN:    non presente
Titolo Orig.:   Out of This World, 1957
Note:  
 
Genere:   Libri->Fantascienza
 
Categoria:   FANTASTICO Rilegatura:   Brossura
Tipologia:   Principali Dimensioni:   125 x 195
Contenuto:   Romanzo  N. pagine:   292
 
 
  Ultima modifica scheda: Lucky 05/04/2019-18:18:08
 
   
 

Vai in fondo alla pagina
 
 
L'UOMO CHE VEDEVA GLI ATOMI (1958)  Un giorno il dottor David Murfree, preoccupato da una serie di fenomeni segnalati da ogni parte degli Stati Uniti, decide di indagare per proprio conto, e parte con la sua vecchia auto. Deve compiere un lungo viaggio, perché intende raggiungere una desolata regione che secondo i suoi calcoli dovrebbe essere l'epicentro di tutti i fenomeni. Ma se non incontrasse sul suo cammino l'officina di Bud Gregory, non arriverebbe mai a destinazione, perché a un certo punto la macchina si rifiuta di proseguire. Bud è davvero uno strano tipo di meccanico e le sue riparazioni non sono molto ortodosse. Anzi, lo sono così poco da destare la curiosità e l'interesse del dottor Murfreee: il rozzo meccanico semianalfabeta ne sa,in fatto di energia nucleare e di elettronica, assai più di tutti gli scienziati messi insieme. Perché lui, gli atomi, riesce davvero a vederli...